«Paradigma assoluto del saxofono “insinuante” e “confidenziale”, il sub-tone (o “soffiato”) è uno degli effetti di maggiore fascino inventati dai sassofonisti jazz» . Questo effetto si ottiene di solito rilassando la posizione delle labbra e senza alcun appoggio dei denti, in modo da far sfuggire in po’ di aria dal bocchino e dagli angoli della bocca. Così il timbro del suono in sub-tone si rivela ovattato, molto suadente e misterioso, ma acusticamente meno brillante del suono tradizionale a causa della presenza attenuante del rumore bianco dovuto al soffio. Questo effetto è entrato a far parte dell’immaginario collettivo principalmente grazie all’interpretazione di ballads struggenti da parte di grandi sassofonisti jazz come Coleman Hawkins, Paul Gonsalves, Ben Webster, per non parlare delle esecuzioni misteriose e sensuali di Dexter Gordon nel film Round Midnight, ormai passate alla storia come “emblema del sub-tone”.

 

Video Tutorial

Descrizione breve

 

As time goes by

Scena dal film Round Midnight in cui il grande Dexter Gordon interpreta Dole Turner

 

Chelsea Bridge

Al sax: Paul Gonsalves.