Con l'acronimo MIDI (Musical Instrument Digital Interface) si indica il protocollo standard per l'interazione degli strumenti musicali elettronici, anche tramite un computer. Il singolo "messaggio" MIDI, contiene quale suono eseguire, il timbro (strumento), l'intensità, la durata e gli eventuali eventi humans (vibrato, staccato, accentato, ecc.).

Essendo un linguaggio, il MIDI NON suona! Sono gli strumenti elettronici (tastiere, EWI ) e/o il computer che decodificano i messaggi e danno vita ai suoni. La qualità del suono dipende quindi dalle caratteristiche tecniche dello strumento che decodifica, o nel caso del computer, dalle prestazioni della scheda audio.

Il MIDI è nato negli anni ottanta e, nonostante possa essere soppiantato da protocolli moderni dalle prestazioni superiori, è rimasto pressoché inalterato ed è tuttora intensamente utilizzato nella produzione di musica elettronica. I motivi risiedono probabilmente nel ruolo di standard pressoché incontrastato che esso ha assunto nell'ambito musicale e nella cura riposta dai progettisti nella stesura delle prime specifiche.

Qui di seguito un video esplicativo.