Sicuramente avete sentito dire in giro che il sassofono uno strumento "traspositore"; questo vuol dire che lo strumento non emette i suoni che realmente stiamo leggendo ma altri. Suonando ad esempio il do centrale in chiave di violino, il sax contralto e baritono emetteranno un Mib, mentre il soprano e il tenore un Sib. Questo sistema fu elaborato dallo stesso Adolphe Sax per permettere all'esecutore di utilizzare la medesima diteggiatura anche cambiando sassofono. Spesso, proprio nel sud Italia, invece, era pratica comune insegnare il sax secondo i suoni reali: i sax in mib leggevano in chiave di basso, quelli in sib in chiave di tenore.
Qui di seguito una tavola delle distanze fra suono scritto e suono reale, nei vari modelli di saxofono: